Silenzio! C'è armonia...

Progetto Diderot Scuola Secondaria

a.s. 2019/20

SETTE SUGGESTIONI MUSICALI DI RAZZA

Lezione-concerto interdisciplinare con un divulgatore, una performance artistica e un ensemble di musica da camera
Educazione civica e intercultura, disegno e illustrazione

Strutturata in 7 momenti come 7 sono le note, ogni sequenza prende il via dal nome di una nota che indica il titolo di un brano musicale e/o di una vicenda.

Il 21 marzo ogni anno si celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione delle discriminazioni razziali, proclamata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1966. Molti passi sono stati compiuti da allora ma nonostante ciò razzismo, xenofobia e intolleranza sono ancora alla base di tragici episodi e il pretesto per gravi violazioni dei diritti umani. Ragionare su questa tematica è un valore civile e sociale, per diffondere la cultura del rispetto verso ogni uomo, per contrastare pregiudizi e stereotipi che sono l’anticamera della discriminazione e della violenza, per educare alla cittadinanza consapevole e alla tolleranza. Attraverso un approccio che affronta in maniera trasversale diversi tipi di discriminazione, questa lezione concerto promuove la cultura dell’inclusione, attraverso un fil rouge significativo come la musica, fornendo agli studenti racconti, suggestioni, citazioni, storie di ragazzi di ieri e di oggi, per promuovere l’unità e il rispetto della diversità.


WHAT IF? I PERCORSI DELL’UOMO

Lezione-concerto interdisciplinare con un divulgatore scientifico, una coppia di ballerini e un ensemble di musica da camera
Scienze, storia, geografia, danza

  • percorso sostituito
    a partire dal 25/05/2020 i docenti aderenti al progetto saranno contattati per informazioni sul percorso sostitutivo

Gli scienziati esplorano mondi sconosciuti e a volte capita commettano errori: questi, tuttavia, non rappresentano un aspetto negativo della ricerca scientifica, anzi, molto spesso sono proprio i fallimenti che costituiscono gli stimoli al progresso della scienza. «La chiave di tutte le scienze è indiscutibilmente il punto di domanda. Dobbiamo la maggior parte delle grandi scoperte al come? E la saggezza della vita consiste forse nel chiedersi, a qualunque proposito, perché?», si domandava Balzac. Porsi domande è da sempre connaturato all’uomo, significa relazionarsi al mondo in atteggiamento interrogativo, perciò aperto alla conoscenza e alla scoperta, doti insite nella corso degli eventi evoluzionistici, fondamentali per continuare a porsi domande e soluzioni alternative. Un percorso sulla storia dell’uomo, dalla preistoria all’homo sapiens, dalle scoperte della scienza e della fisica, passando per le leggi della relatività e la terra piatta, dove la musica sia elemento narrativo dell’evoluzione del mondo (dai riti alla religione, dalle battaglie alla comunicazione) e la danza descriva questa evoluzione attraverso il linguaggio non verbale.


VIAGGIO FANTASTICO NELLA LETTERATURA MITOLOGICA

Lezione-concerto interdisciplinare con un narratore, due attori di teatro d'ombra e un ensemble di musica da camera
Letteratura straniera e storia dell'arte

  • Scheda didattica - percorso completato
    svolto nel periodo 20-31 gennaio 2020 nelle scuole aderenti al progetto

La conoscenza della mitologia classica è stata per molto tempo un importante strumento di educazione nel mondo europeo e, più in generale, occidentale. Il Classicismo settecentesco, in particolare, se ne serviva in quanto l’universo greco e romano era sentito come portatore dei più alti valori morali e intellettuali. Il Romanticismo avrebbe potuto mettere fine a ogni forma di uso letterario e musicale della Mitologia, quando a un tratto questa è ricomparsa in forme sempre nuove e sempre più creative, dando infine origine a un genere letterario, artistico e musicale originale: il Fantasy, che rielabora la cultura mitologica occidentale in una chiave del tutto nuova.


Iniziativa realizzata nell'ambito del Progetto Diderot della Fondazione CRT.

Enti cofinanziatori:


INFO E REALIZZAZIONE PROGETTUALE
LA FABBRICA DEI SUONI
E-mail: info@lafabbricadeisuoni.it
Tel.: 0175.567840
Privacy Policy